Quante volte ci siamo chiesti se questa o quella disciplina sportiva avessero particolari effetti a breve termine sul nostro organismo.

Controllo del peso

Molte persone per un motivo o per l’altro si trovano nel corso della vita a dover affrontare un percorso per il controllo del proprio peso. Sedentarietà, stress, vita sregolata ma anche problemi alla tiroide o altre patologie correlate al metabolismo possono indurre alla necessità di un cambiamento nello di stile di vita. La ricerca della forma fisica o del benessere, spesso si concretizzano nella volontà di raggiungere particolari traguardi, che sia un numero sulla bilancia o rientrare in quei pantaloni che ci piacciono tanto.

Dieta o sport?

Tra i comportamenti più comuni nell’affrontare questa tipologia di percorsi c’è quello di affidarsi unicamente ad una dieta ipocalorica. Una dieta ipocalorica è un regime alimentare studiato per diminuire l’apporto di grassi nella propria alimentazione e per porre attenzione al consumo di zuccheri e carboidrati. Indipendentemente da un regime ad alto o basso tenore di proteine, o della scelta di non mangiare questo o quell’alimento, spesso nel lungo periodo i risultati sono deludenti, portando addirittura, in qualche caso, ad un aumento del peso. Esperti spiegano che l’adeguamento alla rinuncia diventa incontrollabile, rifugiandosi quindi nelle gratificazioni che spesso rendono vano tutto il lavoro svolto in precedenza. 

Allo stesso modo, uno stile di vita focalizzato solo su un’intensa attività fisica, porta a risultati simili: dopo l’allenamento ci si sente legittimati a mangiare di più.

Nordic Walking: una soluzione valida

Gli studi scientifici svolti dal Dipartimento di Bioingegneria e Scienze Motorie dell’Università di Trento e dal Dipartimento di Scienze Motorie dell’Università di Verona sono molto interessanti. Dimostrano come la pratica del Nordic Walking abbia una resa più immediata e più efficace rispetto alla semplice camminata, in situazioni in cui il peso corporeo abbia una particolare valenza. 

Fondamentale per la riuscita di diete e per l’efficacia di una qualsiasi attività fisica, è la costanza. L’adesione all’attività e il rispetto del regime dietetico sono i valori fondanti sui quali si basa un programma di successo. Gli studi scientifici dichiarano che, su un campione di persone non abituate all’attività fisica, il Nordic Walking risulta essere accettato più facilmente. La facilità di esecuzione alimenta l’entusiasmo della pratica. Questa disciplina infatti permette l’aumento dell’intensità dell’esercizio senza aumentare la percezione dello sforzo, portando a risultati migliori in minor tempo, soprattutto per quello che riguarda la capacità aerobica. 

Il Nordic Walking fa dimagrire?

Torniamo quindi alla domanda iniziale? Il Nordic Walking fa dimagrire? La risposta a questa domanda è, come per tutte le discipline sportive, DIPENDE. Il Nordic Walking però ha la particolarità di essere una disciplina graduale e non invasiva. La gradualità dell’attività fisica, assieme ad un regime alimentare equilibrato, rende il percorso personale più tollerabile, entusiasmante e certamente meno traumatico, garantendo risultati costanti e, soprattutto, duraturi. 

fonti:
Nicola Sponsiello, Medico Specialista in Scienza dell’Alimentazione 
Efficacy of Nordic Walking in Obesity Management, 2011